Successo per la prima edizione di Monferrato Wine Festival

Successo per la prima edizione di Monferrato Wine Festival

Successo per la prima edizione di Monferrato Wine Festival l’evento, organizzato dal Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato all’interno del Castello medievale di Costigliole d’Asti, chiude la sua prima edizione con la promessa di diventare un appuntamento annuale per raccontare a pubblico, operatori del settore e stampa i molteplici volti di questo territorio.
Tra masterclass, showcooking e incontri con i produttori, “Monferrato Wine Festival – Monferrato Identity” ha permesso di svelare un progetto a lungo termine, un impegno collettivo di Consorzio e aziende partecipanti al servizio di un’area vitivinicola tra le più estese e variegate d’Italia.


Legame indissolubile fra vino e territorio

Da questo nasce l’idea di Monferrato Identity, un legame tra vino e area produttiva che è indissolubile e che deve essere rappresentato e sostenuto – spiega Filippo Mobrici, Presidente del Consorzio – Rappresentiamo un territorio ricco di risorse che devono essere valorizzate: cultura, tradizioni contadine centenarie, una cucina ricca di prodotti tipici, una realtà enologica sfaccettata ma unita creano l’identità del Monferrato. Il nostro impegno, la nostra responsabilità è dare voce a tutto questo. Siamo felici ed orgogliosi di aver ospitato questa prima edizione, tenutasi in un momento di grande difficoltà per altre aree del nostro paese”.
In quest’ottica di mutuo aiuto e lavoro per la collettività il Consorzio si sta impegnando a stanziare una somma che verrà devoluta alle famiglie colpite dall’alluvione in Emilia-Romagna. Scelta motivata dal desiderio del Consorzio di fornire un tempestivo supporto all’emergenza in corso.


Nasce il Barbera 2.0

“Monferrato Wine Festival – Monferrato Identity” si è anche impegnato per dare voce al territorio in tutti i suoi aspetti, anche quelli legati alla scienza e alla ricerca.
Nella giornata di sabato 20, infatti, si è tenuta anche la presentazione ufficiale del libro “Barbera 2.0”, manuale la cui creazione è stata coordinata dal Consorzio e che racconta un intero triennio di studi e analisi dei vini Barbera nel territorio della DOCG.
Un lavoro nato dalla necessità di indagare in modo scientifico il territorio del Monferrato per poter dare un contributo sostenuto e voluto a tutte le aziende dell’area e descrivere come dovrà cambiare l’approccio agronomico negli anni per quanto riguarda la Barbera d’Asti.
Un lavoro che è ulteriore segno di unità e di concreta collaborazione tra l’Università di Torino, il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, la Banca di Asti, la Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e la Regione Piemonte.

Monferrato Wine Festival – Monferrato Identity” è stata una preziosa occasione di incontro non solo tra pubblico e territorio ma anche con la stampa di settore e lifestyle, in un tour durato tre giorni nelle zone simbolo del Monferrato e con la possibilità di scoprire le peculiarità dei prodotti enologici del territorio.


Il Consorzio Barbera d’Asti e vini Monferrato

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, fondato nel 1946, ha il compito di tutelare e promuovere le sue denominazioni per garantire la loro diffusione e la loro immagine sui mercati nazionali e internazionali, anche attraverso appositi marchi distintivi. Attualmente il Consorzio conta più di 400 aziende associate e 13 denominazione tutelate.

Da parte del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato verrà devoluta una quota per aiutare le persone colpite dall’emergenza in Emilia-Romagna