Successo per i treni storici in tutta Italia. Sabato 9 luglio riparte la Porrettana Express

Successo per i treni storici in tutta Italia. Sabato 9 luglio riparte la Porrettana Express

Tutti in carrozza, purché sia d’epoca: è già un successo il nuovo ciclo di viaggi su treni storici lungo l’Appennino Tosco-Emiliano.
Si va verso il sold-out per il primo viaggio di Porrettana Express, dedicato ai più piccoli, in programma sabato 9 luglio.
Centinaia le prenotazioni, numerose le famiglie con bambini per il primo dei treni Kids, con laboratori e attività dedicate.


Grande successo per la Porrettana Express

“Le richieste arrivano da tutta Italia – dichiara Enzo Ciano, presidente di Germina Impresa Sociale, promotrice dell’iniziativa – per la riscoperta di un turismo slow, a conferma delle potenzialità turistiche del progetto che necessita di una programmazione pluriennale che vada incontro alle richieste del mercato e sia in grado di rispondere alle manifestazioni di interesse di tour operator nazionali e internazionali, desiderosi di inserire Porrettana Express nei programmi delle stagioni future”.


5 viaggi d’estate dedicati ai bambini

Cinque i viaggi tematici in calendario per questo nuovo ciclo estivo: il 9, 16 e 22 luglio, 6 agosto e 10 settembre.
Due i viaggi dedicati ai bambini, tra cui il primo, in programma sabato 9 luglio: dalle ore 8.15 sarà possibile effettuare le operazioni di check-in e visitare il Deposito Officina Rotabili Storici di Pistoia, importante hub strategico recentemente restaurato, dove Fondazione FS esegue la manutenzione di vetture e locomotive di epoche diverse ancora perfettamente funzionanti.
Alle 10.15 il fischio della partenza verso il verde dell’Appennino, con sosta a Castagno per laboratori ludico-espressivi sul tema della ferrovia, a cura della cooperativa Intrecci. Nel mentre gli adulti potranno vistare il caratteristico borgo-museo. Da Pracchia si prosegue in pullman alla scoperta di alcuni poli dell’Ecomuseo della Montagna Pistoiese.


Trekking, mountain bike e storia. Tutto in treno

E’ invece riservato agli amanti del trekking e della mountain bike il viaggio del 16 luglio, con sosta a Piteccio e visita al museo fermodellistico presso la stazione locale e arrivo a Castagno dove è prevista la discesa dei trekkers per il rientro a Piteccio a piedi, lungo un suggestivo itinerario nel bosco alla scoperta di alcuni manufatti della ferrovia.
I bikers, invece, proseguiranno per Pracchia dove scenderanno per iniziare il loro bike tour. Ad accompagnarli guide professionistiche. Il treno storico ripartirà da Pracchia fermandosi a Piteccio per far salire i trekkers.

Sabato 22 luglio il tema è quello della musica: si parte da Pistoia in direzione “Porretta Soul festival”. Prevista una sosta alla rampa di salvamento di Valdibrana,costruita all’epoca dei treni a vapore per permettere alle vetture di prendere velocità e superare la salita. All’arrivo nella cittadina termale emiliana i viaggiatori potranno visitare il caratteristico mercatino del festival, conoscere i murales del soul e passeggiare per il centro, godendosi i concerti lungo le vie del paese. Il ritorno a Pistoia è previsto per il tardo pomeriggio.

Il 6 agosto si va alla scoperta del Museo SMI e della Linea Gotica: non tutti sanno, infatti, che sull’Appennino pistoiese si trovava un’importante fabbrica di munizioni e proprio da qui passava la Linea Gotica.
Dopo la sosta a Piteccio, per la visita al museo fermodellistico, si prosegue a Pracchia e da qui – in navetta – verso il Museo SMI di Campo Tizzoro per una visita guidata e a una rievocazione storica. Anche in questo caso il ritorno a Pistoia è previsto per il tardo pomeriggio. Il ciclo estivo 2023 si concluderà il 10 settembre con un nuovo treno Kids.


La storia del Porrettana express

Attraverso l’esperienza del viaggio su treni storici, Porrettana Express si propone di raccontare e promuovere il territorio, esaltandone le eccellenze e permettendo ai viaggiatori di immergersi nella storia delle comunità, nel patrimonio naturalistico, artistico, culturale e museale che arricchisce di qualità e contenuti un’offerta turistica sostenibile.
Lanciato nel 2019 con l’obiettivo di valorizzare la storica strada ferrata che collega Pistoia con Porretta Terme, l’Appennino Tosco Emiliano e la Montagna Pistoiese, Porrettana Express 2023 è un progetto di promozione attuato da Germina Impresa Sociale in collaborazione con l’Associazione TRANSAPP e promosso e sostenuto dai Comuni di Pistoia e San Marcello Piteglio, dalla Fondazione Caript, dalla Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica e con la preziosa partnership di Fondazione FS.

I biglietti per i cinque treni di Porrettana Express 2023 (28 euro gli adulti, 12 euro per i bambini da 4 a 12 anni, gratis da 0 a 4 anni non compiuti) sono acquistabili esclusivamente on line sul sito www.porrettanaexpress.it

Toscana: Treni letterari per scoprire la cultura di territori minori

Trenonatura-siena-2015di redazione – Sei domeniche tra viaggi e lettura, dedicate alla riscoperta attraverso il treno ed i libri di luoghi troppo spesso attraversati senza la dovuta attenzione: per questo a ritmo lento, su vecchi binari e attraversando stazioni che sono rimaste identiche a se stesse negli anni.

E contro le spinte a fare delle luoghi e territori storici una sorta di parchi di divertimento. E’ il Treno letterario 2016, iniziativa organizzata con il patrocinio della Regione Toscana dai comuni di Volterra e di Cecina, in collaborazione con Toscanalibri, che è stato illustrato al Salone del Libro 2016.

Il Treno letterario si è proposto, come spiega il sottotitolo In Viaggio con Etruschi, antichi romani e Carlo Cassola, di unire uno spostamento in treno lungo la ferrovia Cecina-Saline, proprio di recente riaperta al traffico ferroviario, a suggestioni letterarie e culturali.
Il viaggio in treno è stato pensato come visita a siti archeologici o a luoghi densi di significato storico-letterario, in modo da creare un percorso culturale che unisca Volterra, Cecina e la ferrovia.

La regione Toscana ha riattivato con un progetto specifico alcune linee ferroviarie poco utilizzate nel quotidiano, ma di grande valore storico-culturale e sociale; e lo ha fatto con il preciso intento di renderle uno strumento di valorizzazione e promozione delle risorse locali.