22 Dicembre 2022

I 12 dolci di Natale del mondo più buoni

Sono 12 dolci di Natale più buoni del mondo. Li conoscete? Se siete stanchi dei soliti dolci natalizi tipo panettone, pandoro, ricciarelli e torroni e di tutti gli altri dolci di natale pugliesi, dolci di Natale Sicilia e tutti quelli tipici del nostro paese (leggi qui) e volete provare qualcosa di diverso come dessert per il pranzo di Natale fate con noi questo giro del mondo (calorico) fra i dolci della tradizione nel mondo.

 

1 – Stollen, Germania

Iniziamo dalla grande Germania che ci propone uno dei suoi simboli zuccherini. E’ lo stollen il protagonista dei dessert tedeschi sotto l’albero. Uno dei dolci più antichi d’Europa, dato che la sa prima ricetta risale al 1329. Che nel 1528 divenne a Dresda grazie a una concessione fatta dal re ai pasticceri della città, il “pane di Natale” ma non solo. Nella simbologia natalizia lo stollen raffigura Gesù Bambino e per questo viene denominato anche Christstollen.

2 – Pan de Pascua, Cile

Il suo nome inganna perché se tradotto in italiano significa “Pane di Pasqua”. Invece è questo un dolce di Natale popolare in tutto il Sudamerica ed è quello nazionale per le feste in Cile.
E’ un pan di spagna al miele e zenzero con un cuore orbido di nocciola e frutta candita. Nel sapore ricorda il panettone e lo stollen.

3 -Melomakarona, Grecia

Fra le isole greche e nella bella Atene e dintorni sotto le feste il dolce preferito sono questi deliziosi biscotti. Le spezie, la noce moscata, il chiodo di garofano e la cannella uniti alll’interno fatto di miele e di arancia regalano a questi biscotti proprio il sapore tipico del Natale.

4 – Saffransbullar, Svezia

Andiamo nel grande Nord d’Europa e fermiamoci a Stoccolma dove il dolce delle feste è una grande pagnotta di colore giallo e forma ad esse. E’ il Saffransbullar il dolce svedese delle feste che deve la sua colorazione gialla allo zafferano.
Ma siccome da queste parti le feste sono vivaci, non a caso Babbo Natale vive qui, altre sono le scelte dolci. Noi consigliamo il dolce di riso cotto nl latte e cannella.

5 – Buñuelos, Messico

Varchiamo l’oceano per soffermarci in Messico, paese dall’antichissima storia e dalla grande tradizione cristiana. I messicani amano mangiare insieme per la vigilia e al pranzo successivo. Nessuno si scorda di assaggiare i buñuelos; piccoli dolci che ricordano un po’ le tortillas. Se ne possono trovare rotondi oppure schiacciati. La cosa è certa che su nessuno di loro mancherà mai una bella impolverata di zucchero e cannella.

6 – Piernik, Polonia

Ascuola e a casa il Natale è molto sentito in Polonia. Sarà la grande tradizione cattolica del paese, sarà l’esser dovuti stare in silenzio per tutto il periodo sovietico o forse sarà infine l’amore per il loro papa ma nessuno rinuncia sotto l’albero a mangiare almeno una fetta di Piernik. Tradotto significa “pan di zenzero” e la sua forma è quella di una bozza di pane dolce piuttosto che di una torta. Il suo cuore dolcissimo è fatto di una marmellata di prugne fermentate che gli conferiscono quel sapore inconfondibile che vi farà venir voglia di una fetta dopo l’altra.
In alternativa provate il Makowiec per la sua particolarità di essere benaugurante e simbolo di fertilità.

7 – Bûche de Noël, Francia

In Francia, che si sia a Parigi, così magica con le mille lucine del Natale, o in qualsiasi altra città si mangia il Bûche de Noël che altro non è che qualcosa di molto simile al nostro tronchetto di Natale.
Calorosissimo fa bella mostra di sé in tutte le vetrine di pasticceria con la farcia del suo pan di spagna ripiena di crema di cioccolato. Da non perdere!

8 – Beigli, Ungheria

Spostandoci ad est d’Europa andiamo in Ungheria a provare il Beigli che è un dolce fatto a rotolo con un ripieno infinito di noci e semi di papavero. Spesso lo si consuma al pomeriggio in compagnia anche con un po’ di marmellata di albicocche.

9 – Banketstaaf, Olanda

Nella meravigliosa città sui canali, fra una bicilettata eun salto in centro anche ei giorni dell’Avvento e dell’attesa è impossibile non farsi tentare da un Banketstaaf. Provatelo e vi sorprenderà per la sua croccantezza.

10 – El duro, Spagna

E’ figlio della dominazione dei Mori la tradizione natalizia spagnola che porta in tavola questo torrone fatto di mandorle intere e miele ad Alicante e nella zona di Valencia, di marzapane a Toledo e dintorni e di mandorle tritate, zucchero caramellato e canditi nella versione diffusa un po’ in tutta la penisola.

11 – Christmas pudding, Inghilterra

Alla regina piaceva tanto, ma non solo ad Elisabetta. Forse a noi abituati ad altro il Christmas pudding potrebbe non fare ne caldo ne freddo. Basta solo abituarsi un po’ e calarsi nella vita inglese. Se volete attenervi al massimo alla tradizione ricordate però che se non trovate nell’impasto delle monete o un anello non avrete un anno pieno di serenità.

12 – Bolo de Natal, Brasile

Chiudiamo questo giro calorico, per fortuna solo virtuale, intorno al mondo fermandoci sulla spiaggia di Capocabana ad assaggiare questo dolce natalizio e la sua semplicità. Il bolo è in due versioni: uno è light perché non fritto, ma molti non lo considerano completo per questo.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *